giovedì 29 marzo 2012

 eexxiitt: 3

 eexxiitt: 3: quell'istante da stimolare realizzando principi liberali del sociale ometterne l'importanza suprema sotto l'imputazione ridicola della naz...

 eexxiitt: I tuoi occhi concorrono a un sistema di vita per c...

 eexxiitt: I tuoi occhi concorrono a un sistema di vita per c...: Roma - Martedì, 30 agosto 2011. Si pubblica tutti i giorni non festivi. La Gazzetta Ufficiale, Parte Prima, oltre alla Serie Generale, cinqu...

martedì 27 marzo 2012

preparazione del romanzo

feuilleton a zero.feuilleton altrastoria,diarylogies,elenco di elenchi,qualcuno sta sognando tutto questo

domenica 25 marzo 2012

2



si segna il giorno igienico dell'ora, lo sfinamento ridicolo, miserabilmente eretto trattando di bocche il pianto su punti aperti inizi parziali: esito delle metà rapite. aprendo si rivela di natura vivace. le circostanze protesiche del riscatto. la dentizione attenuata, ammirevoli falsi senz'altro (visita prolungata da m). l'estate anomala e occasionale le provocazioni del clamore disperso nella vastità della piana (il sito rivalutato da passeggiate romantiche e lunghi racconti). le intenzioni ulteriori applicate al caso. s'esprimeva teremina a gesti esprimeva del disagio con varietà di volteggi e insulti calpestando zolle circoscritte (un amalgama ad assorbire stimolazioni territoriali in forma di temporaneo rifiuto) i limiti del genere, il maledetto decente fare) il mattino è un avversario: pregustando il pranzo ne faceva fuori un tocco, due a pochi minuti dalla legale assunzione. era più giusto - afferma - festeggiare ieri. si bussa per il diritto di lavaggio si ha fretta, ma si resta fuori, dopo chissà quale presunta infrazione. quando apre è uno strazio, rimetti a posto quando finisci. inondata tutta l'ampia distesa della ragione arditamente avvicinando l'ombra alla traccia. ancora lì. la zona sempre provvisoria, pencola sulla vasca striscia la pelle per un rinfresco immediato la prossima volta lascialo seccare punzecchiarle la faccia




materiali per conversazioni sul metodo



mercoledì 21 marzo 2012

are gods by hilaritas




and speed in communication

domenica 18 marzo 2012

Confondere poesia ugualmente importante con echi



sia pure per un pezzo, la data vecchia dell'ultimo 110. lo strumentario nel cassetto le scagliette si frammentano e sapere di queste che maturano ma non crescono. la fortuna dei carmi 46. disadornandosi sul divano 15. Fine del moto. 39. la figura del martire saggiamente improvvisa, scelta la bibita rossa. paga guaendo. privato dall'impallidire sulle note i vezzi dei paltò la folla s'indigna. quaggiù vampe di fate. fanno un altro pezzo di portici. poi un altro ancora. non decidendosi. si combatte combattono raddoppiando fluiscono strofinandosi il muso. i visi dei tizi dalle lunghezze imperlate del poeta vigile, dirige e dirime poche sciocchezze, tira a caso ne tira un mazzo (il tempo che faceva, poi). 27. a foggia di mentina, debolissimo. il frullo delle monadi, la scioglievolezza, l'incanto pubblicitario dura un niente. consumando a gocce. 73. virtù e quant'altro. turbati vogliono scoprire il rialzo sollevano perturbati le volte il sogno che si disfa e non biascica ha un suo svanire dignitoso. 21. già beato. 52. sfaticherà, appunto, nel mezzo. sfugge a lampi, a guazzi, con tutta una cerimonia d'incisioni. 16. fugge. 82. consultazioni barocche sulle spirali. e quale scacco, gli getta una coperta obbediscimi fino a quando ci sarà così poco da fare. stravede piluccando sui misfatti del pranzo. ocche, pareggio



sabato 17 marzo 2012

materiali per elenco di elenchi


compostxt: materiali per elenco di elenchi: http://www.tumblr.com/photo/1280/folioline/19460296222/1/tumblr_l0g6z6gomC1qz94kd http://www.tumblr.com/photo/1280/folioline/19460296222...

venerdì 16 marzo 2012

LOCOMOTRIX / Amelia Rosselli


New Book from the University of Chicago Press


A musician, musicologist, and self-defined “poet of research,” Amelia Rosselli (1930–96) was one of the most important poets to emerge from Europe in the aftermath of World War II. Following a childhood and adolescence spent in exile from Fascist Italy between France, England, and the United States, Rosselli was driven to express the hopes and devastations of the postwar epoch through her demanding and defamiliarizing lines. Rosselli’s trilingual body of work synthesizes a hybrid literary heritage stretching from Dante and the troubadours through Ezra Pound and John Berryman, in which playful inventions across Italian, English, and French coexist with unadorned social critique. In a period dominated by the confessional mode, Rosselli aspired to compose stanzas characterized by a new objectivity and collective orientation, “where the I is the public, where the I is things, where the I is the things that happen.” Having chosen Italy as an “ideal fatherland,” Rosselli wrote searching and often discomposing verse that redefined the domain of Italian poetics and, in the process, irrevocably changed the Italian language.

This collection, the first to bring together a generous selection of her poems and prose in English and in translation, is enhanced by an extensive critical introduction and notes by translator Jennifer Scappettone. Equipping readers with the context for better apprehending Rosselli’s experimental approach to language, Locomotrix seeks to introduce English-language readers to the extraordinary career of this crucial, if still eclipsed, voice of the twentieth century.

“In the landscape of twentieth-century Italian writing, Amelia Rosselli’s poems stand out as a unique achievement, cultivating oblique, discontinuous forms that mix social diagnosis and satire, memory and introspection, tragedy and utopianism. Jennifer Scappettone’s editorial project is a work of cultural restoration that helps to create a broader context in which the anglophone reader can more fully appreciate Italian poetic traditions. But she has done much more: drawing on her own formidable skills as an experimental poet in English, Scappettone has produced an ambitiously innovative translation whose effects are at once stunning and uncanny in recreating the Italian. The result is a body of poetry that is challenging, to be sure, yet tremendously powerful.”—Lawrence Venuti, Temple University




Jennifer Scappettone is assistant professor of English and creative writing and associated faculty of Romance languages and literatures at the University of Chicago, and was the Andrew W. Mellon Post-Doctoral Rome Prize Fellow in Modern Italian Studies for 2010-11. Her poetry collections include From Dame Quickly and the bilingual Thing Ode/Ode oggettuale.


Please contact Micah Fehrenbacher at the University of Chicago Press for more information.


martedì 13 marzo 2012

foffof: asemic opb.ii

foffof: asemic opb.ii

domenica 11 marzo 2012

allegorie dell'ascolto




exp-net: asemic stuff

martedì 6 marzo 2012

istantanee da una biblioteca

http://issuu.com/recognitioneshttp://prosthesis.wordpress.com/2012/03/06/lei-bianca/http://prosthesis.wordpress.com/2012/03/06/lei-bianca/

venerdì 2 marzo 2012

http://issuu.com/compostxt/docs/ditlinde_persefone_mendez_-_testi_-_issuu./1

giovedì 1 marzo 2012

due trascrizioni per a.g.t



III riavviare il sistema
apparentemente una cosa divertente lei e il libro a mano: «ho solo piume rosa
http://prosthesis.wordpress.com/2012/01/01/cc/